Come strategia e tattica, insieme, possono produrre risultati importanti per il tuo business

Ovvero comprendere la differenza tra strategia e tattica e l’importanza di creare un piano strategico aziendale per lo sviluppo della tua attività d’impresa.

mauro manfredi harviup

Pubblicato il  12 luglio 2018

In questo articolo, caro lettore, vorremmo aiutarti a focalizzare la tua attenzione su un aspetto che ad alcuni può sembrare scontato, ma che in realtà è fondamentale per chunque faccia impresa, ovvero comprendere la differenza tra strategia e tattica.

Sia che tu intenda dar vita a un nuovo progetto imprenditoriale o rilanciare la tua impresa sul mercato con l’obiettivo di ottenere la giusta attenzione dal tuo target, l’avere o meno una visione strategica fa tutta la differenza del mondo per te e per il tuo business.

Forse ti starai già chiedendo: “Ma perché mi dovrebbe interessare sapere questa differenza, se il mio unico obiettivo è trovare nuovi clienti o lanciare un nuovo progetto sul mercato?” E magari stai anche pensando che sia sufficiente intraprendere qualche semplice azione online per poterlo raggiungere.

Continua a leggere e avrai subito la risposta.

Capire la differenza tra strategia e tattica per lo sviluppo del tuo piano strategico aziendale.

differenza tra strategia e tattica

Per prima cosa devi identificare una strategia se vuoi acquisire la piena consapevolezza di ciò che stai facendo e rendere quindi le cose semplici.

Al contrario, se non poni la questione strategica come tuo punto di partenza, otterrai solo molta confusione e avrai una montagna di numeri e dati che possono, in alcuni casi, essere totalmente inutili ai fini del business e persino fuorvianti.

In secondo luogo, senza una strategia precisa che sappia indicare la direzione su cui orientare i tuoi sforzi e di coloro che lavorano con te o per te, le risorse (umane, finanziare e strumentali) che impiegherai o stai impiegando nelle più svariate direzioni con uguale intensità rischiano di tradursi in un nulla di fatto.

Definire una strategia significa avere una visione traducibile in un macro obiettivo indicando il percorso da seguire per raggiungerlo.

Con una visione strategica chiara e definita, spinti da una forte unione d’intenti e da un comune atteggiamento proattivo volto al problem solving (e non al problem creating), tu e il tuo team potrete quindi iniziare a pianificare le tattiche e gli esperimenti che vi permetteranno di ottenere risultati concreti e misurabili, utili per comprendere “dove si è” e se si sta effettivamente andando nella giusta direzione.

Immagina la strategia come una cascata che si rovescia su tutte le persone che compongono il tuo team, ruolo per ruolo, e dove ognuna di loro, per reparto e competenza, deve trovare e definire un insieme di tattiche (e quindi di azioni) utili al raggiungimento dell’obiettivo finale.

Comprendi bene, quindi, che se la strategia (e quindi la visione del “dove stai andando”) non è chiara a tutti e/o vi sono persone che non sono d’accordo con te nel condividerla, il tuo problema sarà un altro, ossia la scarsa convinzione dei tuoi stessi “alleati” nel mettere in atto la strategia stessa.

Il che condurrà, con buone probabilità, al suo fallimento.

Per pensare e creare una strategia che abbia un senso logico e sia realizzabile, occorre:

  • Avere ben chiaro in mente da dove si parte e dove si vuole arrivare;
  • Avere una buona conoscenza del proprio mercato di riferimento e quindi aver acquisito, attraverso opportune attività, le giuste informazioni;
  • Aver acquisito la consapevolezza delle barriere e degli ostacoli eventuali che il settore in cui ci si vuole insinuare, presenta.

Una volta chiariti questi aspetti è possibile sviluppare una strategia traducibile in azioni concrete da implementare nel tempo.

“La tattica è oggi, la strategia è come sarà il domani.”

Tattiche e KPI per il miglioramento continuo

differenza tra strategia e tattica

Una volta individuati i vari obiettivi a cascata (la strategia), le azioni (o tattiche) si tradurranno in precise attività che potranno essere messe in campo da coloro che lavorano con te e/o per te al fine di raggiungerli.

Considera queste attività come gradini di una scala che ti conduce alla vetta (l’obiettivo della tua strategia).

Ma per avere la certezza che le cose funzioneranno tutto questo non basta.

Affinché possa tradursi in un apprendimento utile a capire se stai andando nella giusta direzione o se al contrario c’è qualcosa che devi cambiare, ogni buona tattica deve essere accompagnata da quelle che in gergo vengono chiamate KPI.

Le KPI sono indicatori o metriche con cui puoi misurare i risultati e definire un quadro realistico di come stanno effettivamente andando le cose.

Solo così potrai ottimizzare gli sforzi che tutta la tua squadra mette in campo per realizzare queste azioni e fare in modo che siano utili al raggiungimento dell’obiettivo finale.

Magari ora ti starai chiedendo: “E se queste tattiche, poi, non producono gli effetti sperati, cosa succede?”

Nulla di irreparabile, anzi!

Devi infatti considerare le tattiche come esperimenti da ripetere nel tempo la cui finalità è quella di trovare il giusto approccio per accelerare il raggiungimento di un determinato obiettivo.

Quindi, se questi esperimenti sono strutturati bene, ovvero seguono una corretta pianificazione, potrai puntualmente analizzare i dati ottenuti e sulla base di questi costruire nuovi esperimenti con l’obiettivo di ottenere risultati diversi e migliori.

Le tattiche per definizione possono subire cambiamenti repentini a seconda delle risultanze di mercato mentre la strategia, generalmente, rimane la stessa per un lungo periodo, salvo eccezioni.

Possiamo quindi considerare la tattica come un sottogruppo della strategia.

Senza la strategia, le tattiche non producono nulla.

Le tattiche ti aiutano a scoprire, attraverso precisi esperimenti, i metodi attraverso i quali la strategia può essere rispettata, rivista o implementata.

Strategia senza tattica è la via più lenta per arrivare alla vittoria.  Tattica senza strategia è il rumore prima della sconfitta

SUN TZU

Conclusioni

Quindi, se vuoi dar vita a un nuovo progetto o rilanciare la tua azienda sul mercato è essenziale che tu comprenda la differenza tra strategia e tattica.

Prima di investire tempo e denaro nelle tattiche devi necessariamente focalizzare la tua attenzione sulla costruzione di una visione strategica e di un piano strategico aziendale ben definito.

Solo così potrai evitare che le suddette azioni possano tradursi in perdite consistenti per il tuo business e porre basi solide per il suo sviluppo nel tempo.

Iscriviti alla nostra newsletter per non perderti i prossimi articoli

* indicates required

HarviUp - Business Design userà i dati da te forniti tramite il form di contatto per inviarti: email informative e per fini commerciali, e la Newsletter. Per favore, seleziona il tipo di consenso:


Puoi cancellarti dalla mailing list di questo sito, in qualsiasi momento, semplicemente cliccando sul link che trovi in fondo alle mail che t'invieremo. Per ulteriori informazioni consulta la nostra Privacy Policy sul sito. Cliccando su "Iscriviti" accetterai i termini in essa contenuti.

We use MailChimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to MailChimp for processing. Learn more about MailChimp's privacy practices here.

Ti è sembrato interessante?

Leggi altri articoli per approfondire

Seguici sui nostri canali social