Come creare un questionario di indagine per conoscere il tuo mercato

10 suggerimenti per realizzare un questionario di indagine efficace e utile per lo sviluppo del tuo business e la soddisfazione del tuo potenziale (o già) cliente.

mauro manfredi harviup

Pubblicato il  5 settembre 2018

In questo articolo, caro lettore, tratteremo un argomento che può rivelarsi molto utile per chi come te è chiamato a lanciare o rilanciare il proprio business.

Parleremo infatti di come creare un questionario di indagine con l’obiettivo di conoscere più a fondo il proprio mercato.

Se, ad oggi, non stai trovando le risposte che attendevi (o speravi) significa che manca ancora qualche pezzo del tuo puzzle.

Manca, in particolare, la conoscenza del tuo mercato di riferimento.

Sì, lo so che magari hai già fatto le tue indagini (nelle più svariate maniere) e che quindi pensi già di conoscere tutto ciò che c’è da sapere a riguardo, ma credimi, questa potrebbe essere solo un’illusione.

Ed è proprio questa illusione che può essere causa del momento di stallo o blocco della tua impresa o del tuo progetto imprenditoriale.

Capita spesso, in effetti, che in momenti di particolare tensione si tenda a “viaggiare” seguendo le proprie convinzioni, ascoltando pareri decontestualizzati da parte di persone che riteniamo autorevoli (e bada bene non è sempre un male) oppure avvalorando opinioni prive di fondamento, ovvero senza che queste (ipotesi) siano state in alcun modo testate.

“Se vuoi vivere la tua vita con il tuo business, smetti di vivere la vita degli altri. Ognuno segue il proprio percorso, tu hai il tuo e sarà sicuramente differente da quello di altri.”

MAURO MANFREDI

Dialoga con il tuo mercato, ascoltalo, conoscilo e poi agisci

dialoga con il mercatoAscoltare, apprendere e agire sono i giusti passaggi per arrivare a concepire soluzioni pratiche e per dare alle persone ciò che desiderano ottenendo in cambio, oltre che un buon risultato per il tuo business, la loro soddisfazione e il loro apprezzamento per come hai risolto il loro problema.

Questo risultato non lo si crea SOLO operando nelle segrete stanze di un business, ma anche dialogando con le persone e in particolare con coloro ai quali intendi OFFRIRE la tua soluzione a un loro specifico problema.

Detta così sembra facile, vero?

Beh, di fatto lo è!!

Questo significa acquisire un differente modo di pensare per cui, nel tempo, potrai disegnare o ridisegnare il modello di business del tuo progetto o della tua impresa proprio in funzione di ciò che il mercato, attraverso i suoi preziosi feedback, richiede.

Per raggiungere questo livello di consapevolezza occorre seguire step ben precisi.

Se, anche tu, hai problemi nell’acquisire clienti o percepisci che il tuo prodotto o servizio è, troppo spesso, paragonato ad altri e misurato sulla base del prezzo, i prossimi passaggi possono essere davvero importanti per affermare il tuo valore sul mercato.

Prima di approcciare qualsiasi analisi di mercato, è importante che tu abbia le idee molto chiare riguardo al mercato a cui ti rivolgi: chi è già presente su quel mercato? E soprattutto, come la tua soluzione (prodotto o servizio) risolve in maniera differente e soddisfacente un’esigenza o un problema di un determinato pubblico (target)?

Raggiunta questa consapevolezza iniziale avrai le carte in regola per procedere all’analisi e quindi all’ascolto del mercato e per capire, poi, come impostare una strategia e le conseguenti tattiche  (differenza tra strategia e tattica).

Tutto ciò allo scopo di raggiungere i tuoi clienti e gli interessi di chi, attirato dal tuo valore, potrebbe essere interessato a partecipare al tuo business.

Il primo passaggio che ti consigliamo di fare, quindi, è quello di sviluppare un processo di ascolto del mercato attraverso la creazione di un questionario di indagine di mercato che permetta di analizzare i riscontri (e quindi le risposte) dei tuoi potenziali clienti.

La strategia per creare un questionario di indagine di mercato

Cosa serve per creare un questionario efficace e utile alla tua causa?

Prima di entrare nel merito della tecnica di redazione, parliamo della strategia da adottare.

strategia questionarioSì, perché nel chiedere al potenziale cliente informazioni che possono essere utili alla creazione (o miglioramento) di un prodotto o servizio in linea con le sue specifiche esigenze, occorre comprendere quali sono le giuste domande da fare.

Domande che oltre a consentire di raccogliere dati e informazioni preziose devono, allo stesso tempo, saper dare valore al tempo di colui o colei che si impegna a dare il suo prezioso feedback.

Da esperienze fatte sul campo, infatti, abbiamo notato che quando un potenziale cliente viene coinvolto nel suddetto processo di creazione (o miglioramento) egli manifesta non solo un interesse, ma un vero e proprio desiderio di saperne di più riguardo alla soluzione specifica proposta.

“Non è importante fare domande, è importante sapere cosa chiedere.”

MAURO MANFREDI

Se sviluppato correttamente, un questionario di indagine di mercato – prezioso alleato prima ancora che strumento – può aiutarti sia a ottenere informazioni utili per sviluppare il tuo prodotto o servizio, sia a creare una prima “nicchia” di persone fortemente interessate agli sviluppi del tuo progetto.

Per questa ragione è importante, prima di lanciare una promessa (derivante dal prodotto o servizio che si intende lanciare o rilanciare) essere certi dei suoi effetti e quindi della sua efficacia.

Dico questo perché molti business se ne escono con promesse molto forti che vengono, non sempre ma spesso, disattese.

Questa, però, è un’altra storia… 

(Se ti interessa questo approfondimento scrivi a info@harviup.com e lo svilupperemo per te)

Tornando al tema dell’articolo, andiamo a vedere come preparare delle interviste che soddisfino i requisiti che abbiamo poc’anzi evidenziato.

10 consigli su come creare un questionario di indagine efficace e utile per te e il tuo cliente

suggerimenti e consigli per questionario

1. Definisci l’obiettivo del questionario e il motivo per cui coloro a cui intendi sottoporlo dovrebbero partecipare. 

Questo vuol dire avere una visione chiara e ben definita del contesto e della ragione per cui si intende eseguire questa azione e di cosa ci aspettiamo di portare a casa da questo esperimento. Ad esempio potresti voler indagare e comprendere quanto, per il tuo cliente ideale, sia importante risolvere il problema che ti proponi di risolvere con la tua soluzione.

2. Definisci la domanda di apertura per fare focus sull’oggetto del questionario. 

Più precisamente ci riferiamo a una o più domande aperte, poste all’inizio dell’intervista, dove in maniera chiara chiederai all’intervistato un commento libero sull’argomento che stai trattando e sull’esigenza che intendi soddisfare. Le domande aperte poste all’inizio devono essere poche (una o due vanno più che bene), altrimenti rischi di annoiare subito il tuo interlocutore, invogliandolo ad abbandonare prematuramente il questionario.

3. Definisci le domande a risposta chiusa creandole con logica. 

Cerca di creare un filo logico delle domande a risposta chiusa che sappia accompagnare, coinvolgendolo, il tuo interlocutore a una compilazione coerente del questionario, evitando così di ottenere risposte falsate. Puoi anche creare percorsi logici differenti a seconda delle risposte che riceverai.

4. Definisci un criterio di misurazione e valutazione del questionario.

Sviluppa le chiavi di lettura delle risposte che riceverai al fine di analizzare e comprendere come sviluppare una strategia e come migliorare il tuo prodotto o servizio.

5. Fai domande chiare evitando interpretazioni o incomprensioni.

Crea domande di facile comprensione evitando di generare incomprensioni e/o interpretazioni errate che potrebbero portare te e il tuo interlocutore fuori strada. In funzione di ciò che vuoi sapere cerca di sviluppare domande che sappiano mostrare chiaramente su cosa ti aspetti di ricevere un feedback o commento. Se inserisci delle opzioni fai in modo che il loro significato sia ben chiaro. Questo aiuterà l’intervistato a esprimere una misurazione più consapevole di ciò che sente realmente e permetterà a te di interpretarla nella giusta maniera.

suggerimenti e consigli per questionarioStabilisci un nesso tra l’opzione che proponi e il cosa significa per te e per lui quel “valore”. Va da sé che se manca la percezione di cosa sto valutando, il dato che otterrai può non significare nulla.

Quindi evita di inserire opzioni di risposta che non siano chiare e che non esprimano una spiegazione esaustiva della scelta fatta, ma cerca sempre di attribuire un significato al tuo criterio di valutazione.

6. Fai il giusto numero di domande.

I numeri contano sempre. Anche qui. La lunghezza di un questionario, così come la sua capacità di attirare e mantenere l’attenzione di chi lo compila, fanno la differenza. E’ consigliabile non superare le 10 domande, salvo rare e giustificate eccezioni.

7. Posiziona le domande di verifica.

Le domande di verifica ti aiutano a capire se le risposte dell’intervistato producono delle incongruenze. Per fare questo pensa a delle domande distanziate tra loro con lo stesso obiettivo, ma poste in maniera differente.

8. Non violare l’orto del vicino.

Ricordati le buone maniere quando chiedi informazioni. Nello specifico non fare MAI domande troppo personali se non hai ancora acquisito un livello di confidenza che te lo consente. Mi riferisco a informazioni intime riguardanti la sfera privata del tuo interlocutore. Anche se utili alla causa, condivideresti mai informazioni personali in merito alla tua famiglia con persone che non conosci? No, evidentemente. Per cui non superare il limite dell’intimità, non serve.

9. Concedi un beneficio a chi decide di rispondere.

Pensa a cosa puoi offrire alle persone che vuoi coinvolgere e che possa fungere da “gancio” per la compilazione del questionario di indagine. L’offerta di un beneficio immediato in cambio di informazioni preziose può rivelarsi un incentivo davvero irresistibile per il tuo interlocutore, soprattutto se abbinata alla percezione di poter ottenere un beneficio futuro ancora più grande (ovvero la soluzione al suo problema).

10. Crea la tua strategia di lancio per il questionario di indagine di mercato.

Poniti un obiettivo e sviluppa una strategia su “come” raggiungerlo. Poi passa alle tattiche con cui tenterai di implementare la strategia individuata e quindi di raggiungere l’obiettivo prefissato. Potrebbe anche non essere necessario utilizzare strumenti pubblicitari per questo tipo di attività. Ma ogni caso è a sé e va valutato singolarmente.

Conclusione

Ovviamente questo è solo il primo step da cui partire per creare qualcosa che i tuoi clienti desiderano davvero.

Poi esistono molti altri approcci, che magari vedremo in futuro, con cui attirare il tuo cliente ideale e testare l’efficacia del tuo prodotto o servizio.

Una volta in possesso di queste prime informazioni utili a comporre il puzzle iniziale, potrai pensare di approfondire il tuo studio del mercato attraverso un’indagine ancora più approfondita.

Indagine che a questo punto, in forza di tutte le informazioni che otterrai attraverso il questionario, ti potrà fornire precise indicazioni su come sviluppare o far crescere il tuo business evitando di perdere tempo e risorse preziose.

In uno dei prossimi articoli faremo un ulteriore step e ti mostreremo come poter sviluppare una conoscenza del tuo mercato ancora più approfondita e quindi utile per il tuo business.  

Ma immaginiamo che tra le mille cose che hai da fare potresti dimenticarti di leggere il nostro blog. Quindi, se non vuoi rischiare di perdere questo e altri preziosi approfondimenti, ti consigliamo di iscriverti alla nostra newsletter attraverso il form che trovi qui sotto.

Alla prossima!

Iscriviti alla nostra newsletter per non perderti i prossimi articoli

* indicates required

HarviUp - Business Design userà i dati da te forniti tramite il form di contatto per inviarti: email informative e per fini commerciali, e la Newsletter. Per favore, seleziona il tipo di consenso:


Puoi cancellarti dalla mailing list di questo sito, in qualsiasi momento, semplicemente cliccando sul link che trovi in fondo alle mail che t'invieremo. Per ulteriori informazioni consulta la nostra Privacy Policy sul sito. Cliccando su "Iscriviti" accetterai i termini in essa contenuti.

We use MailChimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to MailChimp for processing. Learn more about MailChimp's privacy practices here.

Ti è sembrato interessante?

Leggi altri articoli per approfondire

Seguici sui nostri canali social