Fare squadra in azienda per creare un team vincente

In questo articolo imparerai a distinguere tra il significato di gruppo e quello di team e soprattuto apprenderai quali sono le fondamenta necessarie su cui fare squadra e creare un team vincente all’interno della tua azienda.
Nina Madaffari Harviup

Pubblicato il  9 novembre 2018

Per iniziare facciamo un esperimento.

Prova a chiedere ad alcuni imprenditori come te, presi a caso, quali sono secondo loro le caratteristiche più importanti che dovrebbe avere un team di successo.

Le risposte che riceverai probabilmente saranno tante e le più disparate: dall’affiatamento alla visione comune; dall’impegno condiviso al rispetto di ruoli e regole chiare e stringenti, dall’affidabilità dei singoli componenti al loro atteggiamento positivo di fronte a problemi e difficoltà.

Inoltre potrai constatare che alcuni preferiscono fare squadra in azienda con persone a loro affini; altri, invece, cercano e apprezzano la diversità, perché la considerano una ricchezza.

Tuttavia, i concetti di fondo che emergeranno dalle risposte ricevute saranno sempre gli stessi: fiducia tra I componenti del team, comunicazione e interazione aperta, onesta e trasparente.

Ma tutto questo è sufficiente per creare un team vincente?

No, e se proseguirai nella lettura capirai perché

Cosa distingue una squadra da un semplice gruppo?

fare squadra in azienda

Una squadra è qualcosa di diverso da un semplice gruppo di persone.

Sei d’accordo?

Pensaci, la differenza è sostanziale.

Una squadra, infatti, è un insieme di persone che comprendono e condividono consapevolmente:

  • una mission e uno scopo;
  • regole comportamentali;
  • ruoli chiari, definiti e non sovrapponibili;
  • obiettivi di business concreti, misurabili;
  • una visione (che va oltre la mission e gli obiettivi di business);
  • valori (principi etici e morali).

Se questi pilastri sono costruiti su solide fondamenta imprenditoriali (cioè, capacita di sviluppare un modello di business sostenibile, di rendersi conto con obiettività quando il business non funziona e di cambiare con flessibilità a seconda delle risposte del mercato) allora la squadra opererà in un terreno fertile e proficuo.

L'importanza della vision e dei valori

Molte storie imprenditoriali sono la testimonianza concreta del fatto che l’obiettivo comune (mission o scopo) da solo non è sufficiente per tenere insieme una squadra, né tantomeno per creare un team vincente.

Converrai che trovare altre realtà o squadre con una mission è abbastanza facile; mentre è più difficile trovare team che condividono anche una vision.

La vision, infatti, è un concetto ben piu alto del “ciò che facciamo” e crea quel senso di appartenenza unico che tiene la squadra unita nei momenti difficili, nei casi di conflitto e dissapore.

E nella vita imprenditoriale, come ben sai anche tu, ci sono tanti momenti così.

I valori condivisi vanno di pari passo con la vision. O meglio, la vision si regge sui valori, specie nelle situazioni di dubbio e incertezza.

Dunque vision e valori, insieme, vanno oltre la mission, in quanto proiettano l’attenzione dei componenti del team sul “PERCHÉ”, sul ciò che li motiva e li spinge a fare e ad agire e, idealmente, sul cosa rende tale “agire” sostenibile nel tempo.

Expertise connesse al business

All’interno di un team ogni componente porta in dote competenze ed esperienze personali e professionali.

Questo aspetto è fondamentale per definire la struttura della squadra.

I ruoli assegnati ai singoli membri e le loro expertise, infatti, devono essere allineati al modello di business.

Non si tratta solo di inserire esperti all’interno del team (che magari non condividono vision, valori o altro).

Non si tratta nemmeno di inserire amici o altre “buone anime” che, pur condividendo valori o obiettivi, non aspirano a una vision comune.

Inoltre se si decide di inserire persone che ancora non sono esperte, è importante calcolare e verificare che ci siano i tempi e le forze per imparare e crescere.

E ora...un po' di matematica!

1 + 1 < 2

Non è una buona squadra e nemmeno un buon gruppo

1 + 1 = 2

Gruppo

1 + 1 > 2

Squadra

1 + 1 >> 2

Squadra ad alte prestazioni

Come passare da un semplice gruppo a una squadra ad alte prestazioni?

fare squadra in azienda

Il business coach professionista può essere di grande aiuto nel processo di trasformazione da semplice gruppo a team forte, coeso e ad alte prestazioni, sia attraverso sedute di coaching individuali che collettive.

Talvolta, invece, è il team leader ad assumere questo ruolo adottando uno stile manageriale “allenante”, votato al business coaching.

In particolare, occorre fare focus sulla comunicazione interpersonale allenando i membri a migliorare questo aspetto e aiutando così il gruppo a crescere e a fare squadra.

L’impegno responsabile e coinvolto di ogni singolo membro nello svolgimento delle attività ha un enorme effetto sulla produttività complessiva del team.

L’atteggiamento positivo si traduce infatti in un contagio di energia positiva che tiene alto il morale di tutti.

Altrettanto importante è lo spirito di squadra, che spesso è il vero motivo per cui si sceglie di lavorare in team invece che da soli, con i propri tempi e metodi.

Anche il sincero interesse e la cura per la “persona” in quanto essere umano, hanno un valore enorme nel tenere uniti i membri e nel creare quel senso di appartenenza che fa la differenza tra un semplice collettivo e una squadra nel vero senso della parola.

Le 3 caratteristiche chiavi per il successo di ogni squadra

fare squadra in azienda

Grazie alla mia lunga esperienza come business coach professionista negli anni ho potuto individuare 3 aspetti fondamentali in grado di generare alte prestazioni all’interno di un team: la fiducia, la comunicazione e la diversità, caratteristiche a cui abbiamo già accennato all’inizio di questo articolo (ricordi l’esperimento?).

Fiducia: la si conquista e la si merita. Se non c’e fiducia tra i membri, al primo ostacolo parte un conflitto e il gruppo si divide.

Comunicazione (interpersonale): che sia fatta bene o male, va sempre fatta! Le cose non dette non spariscono, ma logorano. Innanzitutto è importante comunicare in modo aperto, poi si può anche imparare a comunicare in modo efficace. È una competenza che può essere tranquillamente allenata. E tutti dovrebbero allenarla, dal team leader al dipendente ultimo arrivato in azienda.

Diversità: c’è sempre una certa resistenza verso ciò che è diverso e ciò a cui non siamo abituati. L’apertura alla diversità permette di innovare; l’innovazione permette di crescere; e la novità della crescita permette di imparare e apre la mente. E’ un meraviglioso ciclo virtuoso!

Conclusione

Al termine di questo articolo, che spero possa averti aiutato a comprendere quegli aspetti di base necessari per fare squadra in azienda e creare un team vincente, ti lascio con una serie di quesiti su cui potrai riflettere con calma.

Chiediti se:

Sei pronto a rinunciare a un po’ del tuo “io” in favore del “noi”, della squadra?

Ti fidi ciecamente dei membri del tuo team?

Sei a conoscenza del tuo limite di sopportazione e di quello del tuo team?

Quale aspetto non sei disposto a tollerare e che può portare irreversibilmente alla disgregazione del tuo team?

Rifletti su questi aspetti e poi, se vuoi, prenota un Harvimatch gratuito con noi per capire come conoscere meglio il tuo team e come poterlo costruire e rafforzare.

Iscriviti alla nostra newsletter per non perderti i prossimi articoli

* indicates required

HarviUp - Business Design userà i dati da te forniti tramite il form di contatto per inviarti: email informative e per fini commerciali, e la Newsletter. Per favore, seleziona il tipo di consenso:


Puoi cancellarti dalla mailing list di questo sito, in qualsiasi momento, semplicemente cliccando sul link che trovi in fondo alle mail che t'invieremo. Per ulteriori informazioni consulta la nostra Privacy Policy sul sito. Cliccando su "Iscriviti" accetterai i termini in essa contenuti.

We use MailChimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to MailChimp for processing. Learn more about MailChimp's privacy practices here.

Ti è sembrato interessante?

Leggi altri articoli per approfondire

Seguici sui nostri canali social